0000ciaspole-scarperi3.jpg
In salita verso le Dolomiti (scorri la gallery!)
032 - In Valle Campo di Dentro, verso il Rifugio Tre Scarperi copy.jpg
Verso il rifugio Tre Scarperi (scorri la gallery!)
040 - Al rifugio Tre Scarperi.JPG
Al rifugio Tre Scarperi
043 - Al rifugio Tre Scarperi.JPG
Al rifugio Tre Scarperi
101 - Dolomiti di Sesto dal sentiero per lAlpe Nemes.JPG
IMG_20180127_125006.jpg
Neve fresca alle porte del rifugio
ciaspole-scarperi1.jpg
Il profilo dei Tre Scarperi accompagna lungo la salita
ciaspole-scarperi2.jpg
Lungo la salita
ciaspole-scarperi4.jpg
Anche la partenza è panoramica!
Alto Adige - Sud Tirol

Rifugio Tre Scarperi

IN BREVE
Partenza: parcheggio tra San Candido e Sesto, indicazioni per valle Campo di Dentro (meno di 1300 mslm)
Arrivo: rifugio Tre Scarperi, 1626 mslm
Tempo di percorrenza: 1h30' salita, 1h10' discesa
Difficoltà e pericoli: Percorso tranquillo salvo situazioni eccezionali. Una traccia è battuta dai gatti delle nevi mentre un'altra, più intima, si snoda nel bosco ed è percorsa solo dagli escursionisti e dagli scialpinisti. Consigliabile salire da quest'ultima e scendere in slittino dall'altra!
Ideale con i bambini: la traccia più ampia è adatta anche a chi è ancora poco pratico e la discesa in slittino davvero invitante! Da non perdere nemmeno la possibilità di giocare in neve fresca nel pianoro davanti al rifugio Tre Scarperi. La durata tutto sommato breve della salita e la presenza di un rifugio aperto completano il quadro baby-friendly!

Escursione lunga ma priva di un significativo dislivello: si percorre la valle Campo di Dentro fin quasi alla sua testata per raggiungere il rifugio Tre Scarperi. Il consiglio è partire dal primo parcheggio: la prima parte dell'itinerario, se percorsa lontano dalla strada forestale (da seguire ma a distanza), spazzata e percorsa dai veicoli, regala già le prime soddisfazioni e consente di immergersi in un silenzioso bosco innevato, sfiorando svariate baite molto caratteristiche.
Raggiunto il secondo parcheggio si può scegliere se proseguire lungo l'ampia traccia battuta dal gatto (ideale per una discesa in slittino) oppure tenere la destra e mantenersi lungo una più stretta via nel bosco. Il percorso si snoda tra gli abeti, scavalcando il torrente con suggestivi ponticelli di legno. Senza possibilità di sbagliare - evitando però di abbandonare la citata strada di fondovalle dopo abbondanti nevicate in assenza di visibili "tagli" in neve fresca - si cammina fino a raggiungere il rifugio Tre Scarperi, posizionato in un pianoro estremamente panoramico.
Come detto la salita è molto progressiva, salvo alcuni brevi strappi, e regala numerosi momenti di passeggiata davvero facile, praticamente in piano.
La discesa avviene sull'itinerario di salita, contemplando le diverse vette dolomitiche che chiudono la vallata sui tre lati: Torre dei Scarperi, Punta Tre Scarperi e Rocca dei Baranci dominano sulle altre.

Clicca per aprire la mappa Kompass (stralcio da 58 Dolomiti di Sesto), da usare esclusivamente come riferimento. I percorsi invernali differiscono spesso da quelli estivi e vanno adattati alle condizioni oggettive (le mappe Kompass abitualmente indicano in azzurro la traccia invernale).

SUL WEB
E per quando la neve si scioglie.. su www.cicloweb.net trovi tante opportunità per camminare d'estate e pedalare tra sentieri, strade e piste ciclabili.
Qualche link per iniziare ad esplorare la val Pusteria ed i suoi dintorni.
- pedalate in alta Pusteria, da Monguelfo alle Tre Cime di Lavaredo;
- foto informazioni curiosità sull'alta val Pusteria;
- passeggiate in montagna con vista sulle Dolomiti di Sesto

Condividi su  -