ciaspole-bonatti1.jpg
Una casetta isolata, coperta dalla neve, al cospetto del Monte Bianco e dell'Aiguille Noire (scorri la gallery!)
ciaspole-bonatti11.JPG
Dal rifugio Bonatti verso il monte Bianco e l'Aiguille Noire
ciaspole-bonatti12.JPG
Rifugio Bonatti, balcone sulla val Ferret
ciaspole-bonatti13.JPG
Con le ciaspole o senza, nel fondovalle della val Ferret
ciaspole-bonatti3.jpg
Monte Bianco, le prime luci dell'alba
Valle d'Aosta

Rifugio Bonatti

IN BREVE
Partenza: Pianpincieux, 1593 mslm
Arrivo: rifugio Bonatti, 2025 mslm (tel. 0165/1855523)
Difficoltà e pericoli: assenza di pericoli in fondovalle, scarsi lungo la salita fino al rifugio.
Tempo di percorrenza indicativo: un'oretta di falsopiano per arrivare alla base dello strappo nel bosco che si può concludere in 45' circa.
Per i bambini è ideale la passeggiata in fondovalle.

Si parte da Pianpincieux - 1593 mslm - dove si può arrivare in auto (se si entra in val Ferret prima delle 9) opppure tramite il servizio navetta che parte da La Palud, una delle ultime frazioni di Courmayeur.
La ciaspolata si svolge dapprima su una lunga traccia di fondovalle, pianeggiante: s'incrocia e si costeggia la pista da fondo all'ombra della cresta confinale che culmina con il Monte Bianco, l'Aiguille Noire che vi s'inchina e le Grandes Jorasses.
Dopo diversi minuti, e dopo aver sfiorato diverse malghe, si giunge a Lavachey: qui si deve camminare per poche decine di metri a margine della pista da fondo (non rovinare il tracciato!) per poi prendere una traccia forestale indicata dal cartello "percorso sci-alpinistico".
La traccia si inerpica per due tornanti e spiana di nuovo: s'intravede dunque una nuova indicazione escursionistica, verso il rifugio Bonatti. Il sentiero diviene ora scosceso e davvero impegnativo anche se, vista la sua brevità, è alla portata di tutti.
Per ripide balze si raggiunge quota 2000 mslm, il bosco si dirada, il panorama si apre ed in pochi minuti si raggiunge il rifugio Bonatti.
Voltando lo sguardo verso ovest e verso sud il panorama si apre grandioso sulla val Ferret, sul Monte Bianco e sulle Grandes Jorasses.
Il ritorno è per la via di salita: i più allenati possono conquistare vette più elevate proseguendo lungo l'ampio vallone di Malatrà.

Questo percorso è uno dei trentatré itinerari più belli delle Alpi proposti dal libro "Ciaspole! L'inverno in neve fresca", disponibile cliccando sul sito www.vividolomiti.it oppure in libreria. Non solo foto ed itinerari ma anche la possibilità di dialogare con l'autore per dettagli e curiosità sui percorsi proposti.


SUL WEB
E per quando la neve si scioglie.. su www.cicloweb.net trovi tante opportunità per camminare d'estate e pedalare tra sentieri, strade e piste ciclabili.
Qualche link per iniziare ad esplorare la Valle d'Aosta su www.cicloweb.net
- pedalate in Valle d'Aosta;
- foto informazioni curiosità sulla montagna valdostana;
- passeggiate in montagna

Condividi su  -