ciaspole-cengledino1.jpg
Vista privilegiata sul Carè Alto (scorri la gallery!)
ciaspole-cengledino2.jpg
Prima della cresta finale, il panorama abbraccia il versante meridionale della val di Breguzzo
Trentino

Monte Cengledino

IN BREVE
Partenza: Le Sole, 1335 mslm
Arrivo: monte Cengeldino, 2139 mslm
Difficoltà e pericoli: attenzione da malga Lodranega in avanti. Valutare attentamente le condizioni del manto nevoso.
Tempo di percorrenza: circa 40' per malga Lodranega e due ore totali fino alla vetta.

Il monte Cengledino è una vetta tondeggiante che domina la val Rendena e le Giudicarie regalando panorami in tutte le direzioni. Le Dolomiti di Brenta e soprattutto il Carè Alto, con tutte le vette che chiudono la val di Breguzzo, spiccano su una vista davvero aperta, che arriva a cogliere anche il monte Baldo ed addirittura le Dolomiti ladine.
Si parte da Le Sole, 1335 mslm, a pochi chilometri da Breguzzo: ci si arriva, in auto, svoltando a destra in corrispondenza dell'albergo Limes (in val di Breguzzo) e procedendo fino ad uno spiazzo dove è possibile parcheggiare.
La ciaspolata parte su pendenze moderate lungo una forestale che si addentra nel bosco. Attenzione: non si procede verso malga Cengledino, omonima della vetta, ma verso malga Lodranega in direzione ovest.
Tornante dopo tornante si raggiunge malga Lodranega, a circa 1660 metri di altitudine. Qui si possono osservare due ripidi pendii che, in condizioni di sicurezza, sono tracciati dagli scialpinisti e, volendo anche dai ciaspolatori più allenati ed esperti. Meglio riservarli comunque alla discesa e proseguire la salita lungo la forestale, in direzione di malga Campantic: guardando la malga si cammina verso destra superando una sbarra ed una palina segnaletica.
La forestale punta verso est per poi svoltare e portarsi progressivamente verso la cresta del Cengledino. In uscita dal bosco si intravede la cima (caratterizzata purtroppo da un vistoso ripetitore) che si raggiunge senza traccia obbligata in poche decine di minuti.
Giunti in vetta si gode del panorama descritto e si pensa alla discesa: i meno esperti possono ripercorrere la via di salita mentre chi è più allenato ed esperto potrà dedicarsi ad una ciaspolata in neve fresca, seguendo le tracce che portano ai citati pendii che portano verso malga Lodranega.

Clicca per aprire la mappa Kompass, da usare esclusivamente come riferimento. I percorsi invernali differiscono spesso da quelli estivi e vanno adattati alle condizioni oggettive (le mappe Kompass abitualmente indicano in azzurro la traccia invernale). In giallo è evidenziata malga Lodranega, punto cardine dell'itinerario.


SUL WEB
E per quando la neve si scioglie.. su www.cicloweb.net trovi tante opportunità per camminare d'estate e pedalare tra sentieri, strade e piste ciclabili.
Qualche link per iniziare ad esplorare la montagna attorno a Bondo, Roncone, Breguzzo ed in generale nelle valli Giudicarie.
- pedalate nelle Giudicarie;
- pedalate in valle del Chiese;
- foto informazioni curiosità sulle Giudicarie;
- uno sguardo sulla valle del Chiese ed il lago d'Idro;
- passeggiate in Trentino.

Condividi su  -